Galleria foto Calcite di Morfasso (PC)

GALLERIA FOTOGRAFICA  – CALCITE

CALCITE TROVATA IN PASSATO (ANNO 2007) PRESSO LA LOCALITA’ DI MORFASSO (PC)

In questa galleria fotografica mostriamo alcuni dei nostri campioni di Calcite
più significativi, trovati in passato nella cava – Castellaccio – di Morfasso (PC)
Sono tutti pezzi di modesta dimensione ma molto ben cristallizzati, tutti trovati nel anno 2007 prima della attuale bonifica della cava,
quando ancora si potevano rinvenire ottimi campioni, purtroppo attualmente in questo sito non è più possibile effettuare alcuna ricerca mineralogica.

 

Escursione Alta Val Formazza – Lago Vannino – Rif. Margaroli – Lago Sruer

Alta Val Formazza  il Lago Vannino  /  Rif. Margaroli e Lago Sruer

Dalla località Sagersboden,1772 m, raggiunta in seggiovia da Valdo o a piedi da Canza, si prosegue lungo la pista agricola per l’Alpe Vannino
(sentiero – G99)

Rifugio Margaroli  – 2194 m
Dislivello: 777m

Tempo: 3,00 h
Difficoltà: E
Da Canza si percorre un bel sentiero oppure si prende la seggiovia fino al Sagersboden dove si entra nel vallone del Vannino percorrendolo fino all’omonimo lago.
Situato su un’altura laterale all’invaso / al lago  si trova il Rifigio Eugenio Margaroli. Il Rifugio è di proprietà del C.A.I. Domodossola.

Rifugio Miryam – 2050 m
Dislivello: 631m

Tempo: 2,30
Difficoltà: E
Da Canza si percorre lo stesso itinerario per il Vannino fino a metà valle dove si trova il bivio che con un comodo sentiero conduce al rifugio.


Caratteristiche

Luogo di partenza: Sagersboden (1772 m) raggiungibile in seggiovia da Valdo

Itinerario: Sagersboden – Bivio Rif. Miriam – Lago Vannino – Lago Sruer
Dislivello: 543 m
Tempo di percorrenza: 3 h 00 
Difficoltà: E (medio facile) – Sentiero un po’ ripido e scavato dal Lago Vannino al Lago Sruer.

La salita Canza – Alpe Vannino rappresenta la prima tappa della Via Alpina Itinerario Blu.
Superati i ripidi tornanti nel bosco di abeti, si esce sul pianoro che costeggia il torrente.
Passata, a metà pianoro, la breve deviazione a sinistra per il Rifugio Miryam ci si inoltra nel Vallone del Vannino, raggiungendo la “dighetta” si continua a salire dolcemente seguendo la pista fino ad arrivare alla Diga del Lago del Vannino, presso l’omonimo alpeggio (zona di produzione del Formaggio Bettelmatt) e a pochi passi dal Rifugio Margaroli (2194 m), da li si può apprezzare l’ ottima vista,
si apre la prospettiva sull’invaso e sull’ampia conca compresa fra il Monte Giove e il Monte Minoia.
Dal rifugio si prende il ripido sentiero G97 in direzione Passo di Nefelgiu e subito si giunge al bivio per il Lago Sruer, si gira a sinistra e su un sentiero piuttosto scavato si raggiunge la dighetta del lago Sruer.

Tutta la zona a partire dal bivio per il rifugio Miryam è ottima per la ricerca mineralogica, noi abbiamo effettuato la ricerca percorrendo il sentiero che costeggia il Lago Vannino
salendo per gli sfasciumi laterali, poi proseguendo verso il Ghiacciaio del Forno.
Di seguito elenchiamo alcuni dei minerali che si possono trovare nella zona: Quarzo, Ematite, Pirite, Rutilo, Anatasio, Titanite, Stilbite, Albite.
Riportiamo il link per vedere alcune foto della località e dei minerali ritrovati.
https://www.mindat.org/loc-251746.html